Archivi categoria: opportunity

Panorama di Marte

 Panorama di Marte

Questa foto mostra la vista panoramica che  Opportunity (il rover esploratore di Marte della Nasa) ha “visto”  durante le cinque settimane trascorse nel mese di novembre e dicembre 2008, mentre il sole era quasi direttamente tra Marte e la Terra.
Opportunity si avvicina il quinto anniversario del suo sbarco su Marte, la missione era stata inizialmente programmata per durare tre mesi. Rover è atterrato sul pianeta rosso il 24 Gennaio, 2004.
Opportunity si è ha spinto circa 2 Km dal cratere Victoria ed è uscito il Sol 1634 ( 28 Agosto, 2008)  nel punto in cui è stato preso questo panorama, aveva raggiunto una posizione di circa sei decimi di un miglio a sud-ovest del cratere della sponda meridionale.
Adesso si trova ad una distanza di circa 11 Km dal cratere Endeavour , che è più di 20 volte  più grande del cratere Victoria, studiato dal rover per circa due anni. Sulla strada verso  Endeavour Opportunity esaminerà le rocce della superficie.  Il rover ha utilizzato lo Spettrometro sul suo braccio robotico per esaminare l’ammasso roccioso informalmente chiamato “Santorini”, una roccia scura di circa 7 centimetri di lunghezza,  l’ispezione indica che probabilmente si tratta di un meteorite. La roccia in questione è troppo vicino alla macchina per essere visibile in questo panorama.
Opportunity ha di nuovo iniziato il suo viaggio il Sol 1748 ( 23 Dicembre, 2008). Una piccola macchina che attraversa un mare di sabbia
.

Contrassegnato da tag , , , ,

Opportunity è tornato

Ma guarda chi si rivede!Il vecchio Opportunity è riuscito a risalire il cratere Vittoria e tornare così sulla pianura marziana.Gli ingegneri della Nasa erano preoccupati per il rischio che il rover rimanesse bloccato sul fondo del cratere,ma non è stato così.Nell’immagine si nota che le tracce delle ruote di Opportunity  sono praticamente sovrapposte a quelle di quasi un anno fa.La missione del rover  si è concentrata sul  Cratere Vittoria per più della metà dei 55 mesi da quando le sonde sono sbarcate nel” Meridiani Planum” regione equatoriale di Marte. Il cratere abbraccia circa 800 metri di diametro e rivela strati di roccia che contengono indizi di condizioni ambientali della zona attraverso  lunghe ere in cui le rocce si sono formate.Adesso,dopo essere sfuggito a tempeste e trappole di sabbia,Opportunity si appresta ad una nuova missione:analizzare rocce prelevate con il braccio robotico.Nel silenzio marziano,circondato solo da pietre e sabbia,il piccolo rover continua la sua avventura.

Contrassegnato da tag ,

Marte-Scilla

Ancora un immagine di Marte ripresa da Opportunity.Questa si riferisce ad una grande duna che sembra prodotta dal vento marziano:Scilla.Le increspature colorate sono dovute ,probabilmente ,alla presenza di sfere di ematite miste a sabbia basaltica.Una foto è creata con falsi colori,una è l’immagine originale presa dal rover e l’ultima è relativa alla zona dove è stata scattata la fotografia.

Contrassegnato da tag , , , ,

Marte -Duck Bay

Questa immagine del rover Opportunity  è relativa alla Duck Bay che si trova nella zona occidentale del cratere Victoria.I due promontori che si vedono ai lati della fotografia(o meglio :del mosaico di fotografie) sono rispettivamente, Capo Verde alto circa 6 metri a sinistra e Capo Frio di circa 15 metri sulla destra, al centro la valle della Duck Bay.Opportunity è atterrato su Marte il 25 gennaio 2004 all’interno di un cratere molto più piccolo del Victoria e sono ormai 4 anni che si sposta sulla superficie del pianeta rosso anche se era stato progettato con un autonomia di soli tre mesi.

Contrassegnato da tag , ,

Marte-Capo San Vincent

Durante l’esplorazione del suolo marziano il rover Opportunity,  mentre attraversava il bordo del cratere Victoria per 300 sol (il giorno marziano)cercando un varco per scendere,ha preso diverse immagini delle zone rocciose che ha incontrato.La rupe in questa foto è stata denominata Capo San Vincent ed è uno dei migliori esempi per osservare gli strati di roccia inclinati rispetto al piano orizzontale.Questa conformazione è molto simile a quelle osservate nel deserto del Sahara create dalle dune sotto l’effetto dei venti e del lavoro dell’acqua in tempi molto remoti.Ancora una conferma che su marte sarebbe esistita acqua in forma liquida .

Contrassegnato da tag , , ,

Opportunity nel cratere Victoria

Il 9 settembre Opportunity è entrato per la prima volta nel cratere Victoria.Mentre inviava il resoconto del giorno alla Odissey,in orbita attorno  a Marte,il rover si muoveva sul bordo del cratere per circa 4 metri iniziando poi a salire per circa tre metri.A questo punto ha iniziato a slittare e piochè esiste un controllo che blocca il rover se si verifica questo inconveniente,Opportunity si è fermato con due sole ruote all’interno del cratere.

“Faremo una valutazione completa di ciò che  abbiamo imparato oggi riguardo all’azionamento e all’uso del rover  per progettare la sua discesa nel cratere, “ha detto John Callas, responsabile di progetto “Oppurtinity” al  Jet Propulsion Laboratory della Nasa a Pasadena in California. Una volta che il rover comincierà l’esplorazione approfondita all’interno del cratere studierà lo strato di roccie  esposte sul pendio interno.

Contrassegnato da tag , , ,

Nuvole marziane

La traccia di Opportunity sulla superficie di Marte.Il rover è ,dal Gennaio 2007,nel suo quarto anno di esplorazione del pianeta,in origine era stato progettato per lavorare tre mesi ed essere autonomo per circa circa 600 metri… ha percorso 10 kilometri.Sull’orizzonte è visibile il bordo del cratere Victoria analizzato da Opportinity.

Opportunity,con una serie di foto,ci ha anche permesso di vedere le nuvole marziane (abbastanza rare) scorrere nel cielo del pianeta rosso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: