I Fenici

PhoeniciaTrade

Le parole “verità fenicia” o ” fides Punica” e ” storia fenicia ” furono utilizzati dagli antichi Greci e Romani a significare un tradimento o una bugia . Mentre i Fenici erano considerati molto capaci come marinai ( i Romani clonarono con entusiasmo una cinqueremi cartaginese quando la trovarono incagliata ed abbandonata ) , artigiani e commercianti noti, tra le altre cose, per il loro vetro e la porpora , erano disprezzati dalla maggior parte degli scrittori classici che li hanno descritti utilizzando commenti razzisti o proto – razzisti che troviamo nella letteratura degli Ellenici e dei Romani , in pratica fu l’invenzione del razzismo nell’antichità classica.
Nell’Iliade , la descrizione dei Fenici non è negativa , mentre nell’Odissea , inizia la spirale verso il basso .
Nell’Iliade ( 23,740-44 ) ,ci si riferisce ai Fenici come “abili artigiani di Sidone ” e si fa menzione del fatto che i Fenici utilizzavano l’acqua per produrre l’oggetto artigianale. Nell’Odissea ( 14,287-297 ) i Fenici sono invece ingannevoli e avidi .Sempre nell’odissea( Od. 15,415-8 ) , una donna fenicia attraente ed alta è descritta come abile nel lavoro manuale .
Platone ( 427-347 aC )
( Leggi 747C – e) descrive i Fenici come gretti e avidi .In altri punti (D. 637D -e ),li descrive come guerrafondai ( come fa Aristotele [ Pol . 1324b ] ) . Storia fenicia = bugia (Resp. 414c ) .
Plauto ( c. 254-184 aC )
Plauto nella sua commedia su un fenicio, descrive i Fenici come astuti.
Polibio (2 ° C aC )
Cita i Fenici come navigatori .
Diodoro (1 ° C aC )
Pionieri marinai e commercianti .
Cicerone ( c. 106-43 aC )
Barbari con una tradizione come pirati navali , attribuendo il lusso ai Greci e l’avidità ai Fenici . Egli li chiama”i più insidiosi fra gli uomini” .
Cornelio Nepote ( 99-24 aC )
Nepote , il biografo di Annibale , dice che Annibale superò i propri comandanti in abilità.
Livio ( c. 59/64 aC – dC 17/12 )
Annibale è descritto come crudele , perfido , senza timore degli dei e con nessun scrupolo religioso .
Plinio il Vecchio ( 23-79 dC )
Inventori del commercio .
Non è mai esistito un paese o impero chiamato ” Fenicia “.Il termine greco per punico è  ‘ Phoenikes ‘ ( Phoenix) , da ciò , Poenus . I Greci non distinsero tra Fenici occidentali ed orientali , ma i romani lo fecero – una volta che i Fenici occidentali con Cartagine iniziarono a competere con loro .
I Fenici nel periodo dal 1200 ac. fino alla conquista di Alessandro Magno nel 333 , vivevano lungo la costa levantina (e quindi dovrebbero essere considerati Fenici orientali )  . Dopo la diaspora fenicia , Fenici è stato utilizzato per riferirsi a persone dei territori occidentali rispetto alla Grecia .
Il termine fenicio – punico fu talvolta usato per zone della Spagna , Malta , la Sicilia , la Sardegna e l’Italia , dove c’era una presenza fenicia . La designazione latina è Carthaginiensis o Afer , dato che Cartagine era in Africa settentrionale .
Jonathan R. W. Prag scrive:
” La base del problema terminologico è che , se punico sostituisce fenicio come termine generale per il Mediterraneo occidentale successivamente alla metà del VI secolo , poi ciò che è ‘ cartaginese ‘ è ‘ punico , ‘ ma ciò che è ‘ punica ‘ è non necessariamente ‘ cartaginese ‘ ( e, in definitiva tutto è ancora ‘ fenicio ‘) . ”                                                                                                                                                      

alfabeto fenicio

Il nome storico di questa cultura è stato coniato dai greci e,naturalmente, non era il loro. Il nome Phoenicia deriva dalla stessa parola greca che stava ad identificare un colore rosso o viola scuro(phoinix=rosso) ;i Fenici,infatti, erano famosi per le loro tinte porpora della stoffa, soprattutto un tipo molto costoso affine alla regalità.La porpora è una sostanza colorante di tinta rossa violacea ottenuta dalle secrezioni di alcuni “molluschi marini” del genere murex. Il murice è un comune gasterpode (mollusco monovalva) del bacino del Mediterraneo, la cui conchiglia è caratterizzata da un lungo gambo e da protuberanze appuntite sul corpo.Per ottenere questa sostanza colorante, gli artigiani fenici avevano sviluppato una tecnica ben definita: si pescavano dai basi fondali grandi quantità di conchiglie, utilizzando reti con esche di pesce.I molluschi così raccolti venivano riversati in grandi vasche, nelle quali si frantumava la conchiglia. La polpa del mollusco, miscelata con acqua marina e pressata, veniva poi bollita per alcuni giorni in contenitori di piombo fino a ottenere il colorante. Poiché la lingua e gli scritti greci sono rimasti in abbondanza , mentre i testi fenici sono molto scarsi , il nome dato a questo popolo dagli ellenici è rimasto immutato nei secoli.I Fenici sono apparsi sulla scena della storia intorno al 1200 aC , un momento in cui gran parte del mondo civilizzato era invasa dai barbari .Durante questo vuoto politico e militare durato quasi 400 anni, questo piccolo gruppo di commercianti furono in grado di prosperare e gradualmente espandere la loro influenza . Invece di conquistare un impero fisico cercando di annettersi le terre contigue , a poco a poco costruirono una grande rete di commerci e colonie facendo base in alcune città indipendenti lungo la costa di quello che oggi è Libano.Gli abitanti di queste città erano ciò che restava dei Cananei (ancora una volta Canaan significa “rosso porpora”) ,alcune tribù semite che avevano occupato le città-stato in questa regione , prima al 1200 aC . Le più importanti delle loro prime città fondate furono Tiro, Sidone , Berytus ( moderna Beirut) , e Byblos ;queste città costiere erano racchiuse su di un lato dai monti del Libano conseguentemente l’ unica opportunità evidente di espansione e guadagno economico era via mare.Prima del 1200 aC. , i commercianti cananei si erano forse limitati ad operare lungo la costa levantina , l’Egitto e la costa meridionale dell’Anatolia . I minoici di Creta avevano bloccato l’ingresso nel Mar Egeo , e controllavano tutto il commercio in quella zona , e probabilmente controllavano anche il commercio più a ovest . Le città costiere cananee erano certamente controllate dall’ Egitto , e uno delle loro principali attività era fornire il legno ( i famosi cedri del Libano) alla civiltà della regione del Nilo.La civiltà minoica fu distrutta nel 1200 aC e questo fatto eliminò la maggior parte dei vincoli nel Mediterraneo e nel mare Egeo e i Fenici furono i più aggressivi tra coloro che tentarono di riempire il vuoto . In effetti le loro città erano ben posizionate per questa impresa essendo situate letteralmente al centro del mondo conosciuto; l’Egeo,la Mesopotamia e l’ Egitto erano tutti più o meno equidistanti a ovest, sud e est . Per qualsiasi delle tre regioni la via commerciale più semplice per operare con l’altra era attraverso le città fenicie . Dal IX secolo aC , l’antica età oscura si stava avvicinando la fine .                                                                              

Ancient-Phoenician-buildings-ruins

Per i Fenici fu un crescendo di florido e ricco mercato,ma questo attirò nemici, principalmente gli Assiri ed a fronte di ripetuti assalti e pagamenti di pesanti tributi perpetrati da questi, gli abitanti di Tiro adottarono la strategia di stabilire colonie a ovest. Le colonie riuscirono a liberarsi dalla morsa degli Assiri, anche aiutati dallo sfruttamento di metalli e dal commercio nel Mediterraneo.I Fenici di Tiro ( Libano ) fondarono appunto Cartagine , antica città-stato nella zona che è la moderna Tunisia intorno al 700 aC . Altre colonie importanti erano in Sicilia ,in Corsica ,in Sardegna e in Spagna ( le moderne Cadice e Cartagena) . Nel corso dei seguenti 500 anni Cartagine crebbe rapidamente in dimensioni e potenza e la maggior parte della sua ricchezza proveniva dalle miniere della Spagna . Cartagine fu costretta a combattere per il controllo del Mediterraneo occidentale contro i Greci e poi i Romani e,da questo periodo i Fenici divengono,nei libri di storia, i Cartaginesi.
L’economia fenicia fu costruita sulla vendita di legname , la lavorazione del legno e la tintura delle stoffe. I coloranti di tonalità variabili dal rosa al viola profondo erano fatte da una ghiandola di una lumaca di mare . A poco a poco le città-stato fenicie divennero centri di commercio marittimo e di fabbricazione di prodotti. Avendo limitate risorse naturali ,erano costretti ad importare le materie prime materie e modellavano oggetti preziosi che venivano esportati con profitto , come gioielli , metalli , mobili e articoli per la casa .Presero in prestito tecniche e stili da tutti gli angoli del mondo che toccarono come commercianti. Fortificando i siti in Sicilia e nel Nord Africa ,riuscirono effettivamente a negare alle civiltà concorrenti di accedere alle ricchezze della Spagna , della costa occidentale dell’Africa (oro , legni esotici e schiavi ) , e della Gran Bretagna ( stagno, una risorsa strategica e fondamentale, necessaria per produrre bronzo) .

PhoeniciaColonization-e
La religione fenicia era politeista e i loro dèi richiedevano sacrifici continui per prevenire disastri , soprattutto Baal , il dio delle tempeste . Nessun significativo tempio fenicio è stato ancora scoperto ,anche perchè la maggior parte delle loro antiche città giacciono sepolte sotto le città moderne .Anche la Bibbia racconta di sacrifici umani fatti dai Fenici ma questa pratica fu, in un secondo tempo, abbandonata ,non a Cartagine però dove è stato trovato un cimitero fuori dalla città che conteneva migliaia di urne di bambini sacrificati agli dei . Le famiglie nobili di Cartagine presero l’abitudine di utilizzare animali e schiavi al posto dei loro figli , ma in seguito ad un disastro militare nel 320 aC , 500 bambini provenienti dalle migliori famiglie furono sacrificati . La cultura fenicia fu influenzata in larga misura dalle loro origini semitiche e dai vicini semiti . La loro cultura, più tardi, è stata fortemente influenzata dai Greci . Ci sono pochi oggetti conosciuti oggi che sono chiaramente Fenici.Uno dei loro contributi duraturi alla civiltà del mondo è stato un proto- alfabeto , dove ogni lettera rappresentava una consonante così da ridurre in modo significativo il numero di simboli necessari per rendere le parole scritte e,quando pronunciate, le vocali erano implicite. Successivamente i Greci aggiunsero simboli per i suoni vocalici , creando il primo vero alfabeto.
Quando i Fenici iniziarono a competere con i greci per il commercio e le colonie , costruirono le prime navi pensate espressamente per la guerra . Le battagli navali crebbero di importanza durante il quinto secolo, quando la Persia combattè contro le città- stato greche per il controllo del Mar Egeo , l’Anatolia occidentale e il Mediterraneo orientale . In questo periodo le città fenicie erano sotto il controllo della Persia,infatti le navi fenicie costituirono il grosso della flotta persiana che fu sconfitto a Salamina nel 480 aC . I Romani infine eliminarono dal Mediterraneo le navi cartaginesi e portarono le guerre ad una conclusione positiva nel Nortd Africa.I Cartaginesi erano l’unico significativo esercito di terra che poteva essere considerato di derivazione Fenicia. Il loro più grande generale fu Annibale , che invase l’Italia dalla Spagna , passando le Alpi in inverno con il suo esercito e gli elefanti . La maggior parte delle sue truppe erano Celti arruolati in Spagna e in Gallia . Un punto di forza del suo esercito era la cavalleria del Nord Africa, che riuscì a circondare la fanteria romana e contribuire ad annientarla . I Romani infine sconfissero Annibale attaccandolo in Spagna prima, e poi direttamente nel Nord Africa.
Le città Fenicie erano periodicamente sotto il tallone di un conquistatore orientale dopo l’altro da circa il900 aC. al 332 aC . Non erano mai abbastanza forti per tenere a bada i potenti eserciti di Assiria , Babilonia e poi Persia , anche se spesso erano abbastanza ricchi per comprare mercenari da fuori. Nel 332 aC Alessandro Magno le prese una ad una , terminando,ancora una volta, la loro indipendenza .Diventarono città greche e persero la loro identità come Fenice per sempre.Cartagine durò altri 200 anni . Dopo essersi tenuta fuori dall’espansione greca,incontrò sulla propria strada i romani più popolosi e meglio organizzati. Alla fine delle guerre puniche nel 146 aC , il popolo di Cartagine fu portato via in schiavitù e la città fu definitivamente distrutta.
La tradizione fenicia del commercio si è svolta in Libano nel corso degli anni fino ai tempi moderni , a prescindere da chi ne abbia avuto il controllo politico .I Fenici furono la prima cultura civile a raggiungere la Gran Bretagna e le Azzorre . Ci sono prove che circumnavigarono l’Africa su commissione dagli Egizi intorno al 600 aC ed altri indizi (molto discutibili) che avrebbero raggiunto il Nuovo MONDO.IL contributo più importante che hanno lasciato fu comunque il loro alfabeto che ,modificato, si è diffuso in tutto il mondo conosciuto.

phoenician_trade
Fonti:
http://www.angelfire.com/

About.comAncient / Classical History
“Poenus Plane Est – But Who Were the ‘Punickes’?”
Jonathan R. W. Prag

Papers of the British School at Rome, Vol. 74, (2006), pp. 1-37
“The Use of Poenus and Carthaginiensis in Early Latin Literature,”
George Fredric Franko
Classical Philology, Vol. 89, No. 2 (Apr., 1994), pp. 153-158

http://www.skuola.net/

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: