Archivio mensile:settembre 2008

Paul Newman

Annunci
Contrassegnato da tag

La sconosciuta di Giuseppe Tornatore

La sconosciuta

Un film di Giuseppe Tornatore. Con Xenia Rappoport, Michele Placido, Claudia Gerini, Piera Degli Esposti, Alessandro Haber, Clara Dossena, Angela Molina, Margherita Buy, Pierfrancesco Favino–  Italia 2006.

PhotobucketNello (Paolo Elmo)
Lascia fare a me, ti porterò via da tutto quello schifo!

Contrassegnato da tag ,

Tornado giganti nella Nebulosa Laguna

Questa immagine del Telescopio Hubble  mostra un paio di “tornado” lunghi circa un anno luce e mezzo – misteriose canalizzazioni e  strutture a corda (in alto a sinistra)  nel cuore della Nebulosa Laguna (M8) che si trova  a 5000 anni luce  dalla Terra in direzione della costellazione del Sagittario.

La  calda  stella centrale Herschel 36 (in alto a sinistra), è la principale fonte di luce per illuminare la più brillante  regione  della nebulosa, denominata Clessidra. L’irraggiamento da questa caldissima stella sta erodendo le nuvole con il riscaldamento dell’ idrogeno che contengono che appare  come una nebbia blu a destra della foto. Questa attività unita ai violenti venti stellari  che raffreddano le nuvole provocano i “tornado”.

Contrassegnato da tag , , ,

Eliott Erwitt

Eliott  Erwitt

Hawaii, Honolulu, 1983

Metropolitan Museum of art 1949


Contrassegnato da tag , ,

Ricevuto da AAVAZ-IMPORTANTE-

Cari amici,

 

Canada, Francia ed Italia minacciano di non rispettare le promesse fatte ai poveri tagliando i budget agli aiuti. Firma la petizione affinché non lo facciano — e l’esperto Jeff Sachs consegnerà il nostro messaggio ai leader del mondo riuniti all’Onu stasera alle 4 ora di New York (le 10 ora italiana)! 

¡Firma la petición ahora!

I leader del mondo si riuniscono giovedì alle Nazioni Unite per rinnovare la sfida alla povertà estrema. Ma tre paesi — Francia, Canada, e Italia — stanno mettendo a repentaglio gli sforzi per debellare la povertà nel mondo, riducendo drasticamente i contributi allo sviluppo e venendo meno alle loro rispettive promesse.

Sarkozy, Harper e Berlusconi hanno promesso di contribuire lo 0.7% del reddito nazionale per combattere la povertà — aiuti destinati a salvare milioni di vite, e che lasciano ai paesi donatori il 99.3% delle proprie risorse. Ma sembra che ritengano che il 99.3% non sia abbastanza.

La nostra migliore occasione per far rispettare a questi paesi la parola data è di suonare l’allarme a New York questa settimana. Firma la nostra petizione ora, falla girare ad amici e familiari — e un nostro amico, il celebre economista ed alto rappresentante per l’Onu sulla povertà Jeffrey Sachs la consegnerà nel corso di un discorso ai capi di stato riuniti al summit Onu di stasera, alle 4 ora di New York (le 10 ora italiana). Maggiore sarà il numero di nomi sulla petizione, più forte sarà il messaggio che le promesse sulla povertà si devono mantenere. Clicca sotto per firmare ora:

http://www.avaaz.org/it/poverty_promise_breakers

Sappiamo che campagne di opinione come questa possono funzionare — perchè la mobilitazione popolare ha trasformato la lotta alla povertà nell’ultimo decennio. Il movimento del Giubileo nel 2000 riuscì a far cancellare miliardi di debiti, e spinse i leader del mondo ad adottare gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio per dimezzare la povertà nel mondo entro il 2015. Nel 2005 gli attivisti ottennero l’impegno del G8 di raddoppiare gli aiuti all’Africa. Grazie a questi sforzi si sono potute evitare milioni di morti per povertà, mandare a scuola milioni di bimbi, fornire zanzariere anti-malaria e acqua pulita. Danimarca, Lussemburgo, Olanda, Norvegia e Svezia hanno tutte superato l’obiettivo dello 0.7% e quest’anno altri nove paesi europei hanno aumentato i contributi in termini reali. Se tutti i paesi manterranno le promesse, i programmi per combattere le malattie ed alleviare la povertà estrema potranno essere ampliati in tutto il mondo.

Ma quest’anno, alcuni paesi ricchi sembrano pensare che alla gente non importi più della povertà estrema. In Canada, che l’anno scorso ha tenuto per sè il 99.7% dei propri redditi, Stephen Harper sembra più interessato a vincere le elezioni che a mantenere la tradizione canadese di leadership morale. In Francia Sarkozy, nonostante i suoi sforzi diplomatici, sembra ritenere che i cittadini se ne infischino delle vite e della sofferenza al di fuori del confine. E in Italia — peraltro già uno dei donatori più avari del pianeta — Berlusconi sembra contento di tagliare drasticamente aiuti cruciali nonostante, in qualità di nazione ospitante del G8 del prossimo anno, la sua azione potrebbe costituire un cattivo esempio per gli altri paesi ricchi.

I membri francesi ed italiani di Avaaz stanno già inondando i rispettivi governi di migliaia di messaggi sugli aiuti umanitari. Ma anche gli altri possono giocare un ruolo cruciale — inviando ad Harper, Sarkozy e Berlusconi un chiaro segnale che ci aspettiamo da loro il rispetto della parola data — quindi per favore aiutaci a sollevare un grido che non possa essere ignorato al summit Onu:

http://www.avaaz.org/it/poverty_promise_breakers

In tempi recenti milioni di persone sono state affascinate da una prospettiva: che la nostra può essere la generazione che pone fine alla povertà estrema. Con altre crisi che attirano la nostra attenzione questa visione è alla prova dei fatti. Uniamoci per fare in modo che i nostri leader mantengano le promesse — in modo che le potenzialità umane possano essere liberate anche nelle comunità più povere.

Con speranza,

Ben, Alice, Ricken, Graziela, Paul, Milena, Iain, Veronique, Brett — tutto il team Avaaz

Contrassegnato da tag

L’Azteco (incipit)

L’Azteco   di Gary Jennings

Corte di Castiglia
Valladolid
Al Legato e Cappellano di Sua Maestà,
Don Fray Juan de Zumarraga,di recente
nominato Vescovo della sede del Messico
nella Nuova Spagna,un incarico:
Affinchè meglio possiamo conoscere la nostra colonia della Nuova
Spagna,le sue singolarità,le  ricchezze sue,le genti che la popolano, e
le credenze e i riti e le cerimonie da esse ivi celebrate,desideriamo essere informati di tutto ciò che gli Indios caratterizzò nel corso della loro esistenza in quel paese prima che giungessero le nostre forze di liberazione,ambasciatori,evangelizzatori e colonizzatori.

Città di Tenochtìtlan

Mosaici Aztechi

Contrassegnato da tag ,

God is a DJ (Traduzione)- Pink.

God is a DJ

I’ve been the girl with her skirt pulled high
Been the outcast never running with mascara eyes
Now I see the world as a candy store
With a cigarette smile, saying things you can’t ignore
Like Mommy I love you
Daddy I hate you
Brother I need you
Lover, hey fuck you
I can see everything here with my third eye
Like the blue in the sky

Rit:
If God is a DJ
Life is a dance floor
Love is the rhythm
You are the music
If God is a DJ
Life is a dance floor
You get what you’re given
It’s all how you use it

I’ve been the girl- middle finger in the air
Unaffected by rumors, the truth: I don’t care
So open your mouth and stick out your tongue
You might as well let go, you can’t take back what you’ve done
So find a new lifestyle
A new reason to smile
Look for Nirvana
Under the strobe lights
Sequins and sex dreams
You whisper to me
There’s no reason to cry

Rit:
If God is a DJ
Life is a dance floor
Love is the rhythm
You are the music
If God is a DJ
Life is a dance floor
You get what you’re given
It’s all how you use it

You take what you get and you get what you give
I say don’t run from yourself, man, that’s no way to live
I’ve got a record in my bag you should give it a spin
Lift your hands in the air so that life can begin

If God Is a DJ If God
If God is a DJ (life is a dance floor)
Get your ass on the dance floor

Rit (2X)
If God is a DJ
Life is a dance floor
Love is the rhythm
You are the music
If God is a DJ
Life is a dance floor
You get what you’re given
It’s all how you use it

Dio è un DJ

Sono stata la ragazza con la gonna tirata su
Sono stata un’emarginata che mai scappava, con il mascara sugli occhi
Ora vedo il mondo come un negozio di caramelle
Sorridendo con una sigaretta, dicendo cose che non puoi ignorare
Come mamma ti amo
Papà ti odio
Fratello ho bisogno di te
Amore fottiti
Posso vedere tutto qui con il mio terzo occhio
Come il blu del cielo

Rit:
Se Dio è un DJ
La vita è una pista da ballo
L’amore è ritmo
Tu sei la musica
Se Dio è un DJ
La vita è una pista da ballo
Prendi ciò che ti è dato
tutto dipende da come lo usi

Sono stata la ragazza con il dito medio in aria
Non toccata dai pettegolezzi, la verità: me ne frego
Quindi apri la bocca e mostra la lingua
Dovresti proprio lasciar perdere, non puoi cambiare quello che hai fatto
Dunque trova un nuovo stile di vita
Un nuovo motivo per cui ridere
Cerca il Nirvana
Sotto le luci stroboscopiche
Lustrini e sogni erotici
Tu bisbigli
Non c’è motivo per cui piangere

Rit:
Se Dio è un DJ
La vita è una pista da ballo
L’amore è ritmo
Tu sei la musica
Se Dio è un DJ
La vita è una pista da ballo
Prendi ciò che ti è dato
tutto dipende da come lo usi

Prendi ciò che ottieni e ottieni ciò che dai
Dico non fuggire da te stesso, non c’è modo per vivere
Ho un disco in borsa, dovresti farlo girare
Solleva in aria le mani, così la vita può cominciare

Se Dio è un DJ… se Dio
Se Dio è un DJ(la vita è una pista da ballo)
Metti il sedere in pista

Rit (2X)
Se Dio è un DJ
La vita è una pista da ballo
L’amore è ritmo
Tu sei la musica
Se Dio è un DJ
La vita è una pista da ballo
Prendi ciò che ti è dato
tutto dipende da come lo usi.

Contrassegnato da tag , ,

Un arcobaleno tra le galassie.

 I tre telescopi spaziali della Nasa Spitzer,Hubble e Chandra hanno unito le loro forze per creare questa immagine della galassia  M82 con diverse lunghezze  d’onda caratterizzate da colori particolari.La foto così cromaticamente complessa ma spettacolare celebra i 16 anni di Hubble.I raggi X registrati da  Chandra appaiono blu, gli infrarossi rilevati da Spitzer sono in rosso mentre le emissioni di idrogeno osservate da Hubble  vengono visualizzate in arancione,la luce visibile rimanente è giallo-verde.Una buona Domenica nell’universo.

Contrassegnato da tag , ,

Soldato blu

Soldato blu   Titolo originale “Soldier Blue(1970)
Un film di Ralph Nelson. Con Candice Bergen, Peter Strauss, Donald Pleasence, John Anderson, Jorge Rivero, Dana Elcar, Bob Carraway, Martin West, James Hampton, Mort Mills, Jorge Russek, Aurora Clavel (come Aurora Clavell), Ralph Nelson (come Alf Elson)

Soldato:“Ma non ha proprio nessun sentimento di decoro ?” Cathy: “Qui, da queste parti…il decoro non significa proprio niente. Tutto quel che conta è rimanere vivi.”

Contrassegnato da tag ,

Solare batte nucleare:ecco perchè

Le parole di Vincenzo Balzani ( professore di chimica e fotochimica all’università di Bologna, ricercatore su nanotecnologie,nanomacchine e chimica supramolecolare) in un articolo apparso mercoledì scorso su “TuttoScienze” della Stampa dal titolo abbastanza esplicativo: “Solare batte nucleare:ecco perchè“.

….L’Italia non ha combustibili fossili e neppure uranio. La sua più grande risorsa è il Sole,una fonte di energia che durerà per 4 miliardi di anni, una stazione di servizio sempre aperta che invia su tutti i luoghi della Terra un’immensa quantità di energia, 10 mila volte quella che l’umanità intera consuma. Guardare lontano,quindi, significa sviluppare l’uso dell’energia solare e delle altre energie rinnovabili, non quello dell’energia nucleare.E’ un guardare lontano nel tempo, perché non lascia alle prossime generazioni un immane fardello di scorie radioattive.E’ un guardare lontano nel mondo, perché, a differenza dei combustibili fossili e dell’uranio, l’energia solare e le altre energie rinnovabili sono presenti in ogni luogo della Terra e, quindi, il loro sviluppo contribuirà al superamento delle disuguaglianze e al consolidamento della pace.L’Italia ha più Sole dell’Austria,ma ha una superficie pro capite di pannelli solari termici 20 volte meno estesa.L’Italia ha più Sole della Germania,ma la potenza fotovoltaica pro capite installata in Germania è 30 volte maggiore.Fa specie che in Italia, dove l’unica risorsa energetica ampiamente disponibile è proprio il Sole, la maggior parte dei politici e degli industriali,e persino alcuni scienziati,non si siano ancora accorti che l’attuale crisi energetica offre al nostro Paese una grande opportunità che nazioni meno ricche di Sole hanno  già colto, sviluppando nuove industrie e creando nuove forme industrie e creando nuove forme di occupazione…

Contrassegnato da tag , , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: