Archivio mensile:settembre 2007

La Torre Nera

L’uomo in nero fuggì nel deserto e il pistolero lo seguì.Il deserto era l’apoteosi di tutti i deserti,sconfinato,vasto fino a traboccare nel cielo per enne parsec in tutte la direzioni.Bianco;accecante;arido;amorfo salvo che per l’abbozzo labile e nebuloso delle montagne all’orizzonte e l’erba canina ispiratrice di dolci sogni,incubi,morte.A indicare la via appariva di tanto in tanto una lapide,perchè un tempo la pista semicancellata scavata nella spessa crosta alcalina era una strada di corriere.Da allora il mondo era andato avanti.Il mondo si era svuotato.

Stephen King      L’ultimo Cavaliere

Annunci

Opportunity nel cratere Victoria

Il 9 settembre Opportunity è entrato per la prima volta nel cratere Victoria.Mentre inviava il resoconto del giorno alla Odissey,in orbita attorno  a Marte,il rover si muoveva sul bordo del cratere per circa 4 metri iniziando poi a salire per circa tre metri.A questo punto ha iniziato a slittare e piochè esiste un controllo che blocca il rover se si verifica questo inconveniente,Opportunity si è fermato con due sole ruote all’interno del cratere.

“Faremo una valutazione completa di ciò che  abbiamo imparato oggi riguardo all’azionamento e all’uso del rover  per progettare la sua discesa nel cratere, “ha detto John Callas, responsabile di progetto “Oppurtinity” al  Jet Propulsion Laboratory della Nasa a Pasadena in California. Una volta che il rover comincierà l’esplorazione approfondita all’interno del cratere studierà lo strato di roccie  esposte sul pendio interno.

Contrassegnato da tag , , ,

Ayla-Figlia della Terra

Jean M.Auel

La bambina nuda corse fuori dalla capanna ricoperta di pelli verso la spiaggia sassosa dove il piccolo fiume formava un’ansa.Non le venne in mente di girarsi a guardare.Nella sua esperienza nulla le dava motivo di dubitare che il riparo e coloro che vi si trovavano non sarebbero stati lì al suo ritorno.Entrò nell’acqua sollevando spruzzi;sentì i sassi e la sabbia scivolarle via sotto i piedi quando la sponda scese a picco.Si tuffò nell’acqua fredda e riemerse tra gli spruzzi,poi con alcune bracciate sicure raggiunse la ripida sponda opposta.Aveva imparato a nuotare ancor prima che a camminare e,a cinque anni,si trovava perfettamente a suo agio nell’acqua.Spesso non si poteva fare a meno di nuotare per attraversare un fiume.

E’ il primo libro della “Saga dei Figli della Terra” di  J.M.Auel che ha iniziato a scrivere a quaranta anni dopo aver studiato antropologia,archeologia e paleontologia all’università di Portland.Ciò che l’ha spinta a questa svolta della sua vita è stato il desiderio di ricreare in forma narrativa,ma con precisi fondamenti scientifici e geografici,la vita affascinante e difficile dell’uomo nella preistoria.I cinque romanzi che compongono il ciclo sono:

Ayla figlia della terra

La valle dei cavalli

Gli eletti di Mut

Le pianure del passaggio

Focolari di pietra

Contrassegnato da tag , , ,

Tracy Chapman-Baby Can I Hold You-

Tracy  Chapman
 

Baby Can I Hold You

Sorry is all that you can’t say
Years gone by and still
Words don’t come easily
Like sorry

Forgive me is all that you can’t say
Years gone by and still
Words don’t come easily
Like forgive me

But you can say, Baby
Baby can I hold you tonight
Maybe if I told you the right words
Oooh, at the right time

I love you is all that you can’t say
Years gone by and still
Words don’t come easily
Like I love you

But you can say, Baby
Baby can I hold you tonight
Maybe if I told you the right words
Oooh, at the right time

Baby if I told you
Baby can I hold you
Baby if I hold you
Baby can I hold you…

 
                                                      Baby Posso Stringerti?

 


le parole non vengono facilmente                

come “scusa”
perdonami

é tutto cio che non riesci a dire
Anni passati e ancora
le parole non vengono facilmente
come “perdonami”

Ma tu puoi dire, Baby
Baby posso tenerti stanotte
Forse se ti dico le giuste parole
Oooh, nel momento giusto

Ti amo é tutto cio che non riesci a dire
Anni passati e ancora
le parole non vengono facilmente
Come “ti amo”

Ma tu puoi dire, Baby
Baby posso tenerti stanotte
Forse se ti dico le giuste parole
Oooh, nel momento giusto

Baby se ti dico
Baby posso tenerti
Baby se ti dico
Baby posso tenerti

 

 

Contrassegnato da tag ,

Galassie

I telescopi spaziali  Hubble e  Spitzer della NASA hanno unito le loro forze per scoprire le più piccole,  deboli,e compatte  galassie mai osservate  nell’universo distante. Ardendo con la luminosità di milioni di stelle, ciascuna delle galassie recentemente scoperte è da cento a mille volte  più piccola della Via Lattea , la nostra galassia.

Contrassegnato da tag
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: