Archivio mensile:aprile 2007

Stelle della “Via Lattea”

Le stelle sono buchi nel cielo da cui filtra la luce dell’infinito.Confucio(551-479 a.C.)

Stelle della “Via Lattea”

Annunci
Contrassegnato da tag , ,

Origine degli Etruschi

Una notizia che riguarda i toscani (come me ) .

 
Nuova luce sulla controversa e dibattuta questione dell’origine degli Etruschi. I ricercatori del Laboratorio di Genetica Umana dell’Universita’ di Pavia, diretto dal professor Antonio Torroni, partendo dallo studio del Dna mitocondriale dei toscani moderni, hanno concluso, in accordo con alcuni fonti classiche, tra cui Erodoto, che gli Etruschi sono di origine mediorientale e giunsero in Toscana via mare.
”Forse aveva ragione Erodoto, convinto che gli Etruschi migrarono nell’Italia centrale provenienti dal Vicino Oriente”, scrive il ”New York Times” in un ampio articolo di Nicholas Wade dedicato ai piu’ recenti studi scientifici pubblicati sul tema dell’origine della popolazione etrusca.
Lo studio dei ricercatori di Pavia ha confrontato il Dna mitocondriale dei toscani con quello di oltre 15.000 soggetti provenienti da altre 55 popolazioni dell’Eurasia occidentale (tra cui sette italiane) ed hanno riscontrato molti punti in comune.Conclusione…noi toscani siamo un pò mediorientali,quindi attenti a non essere razzisti con i nostri cugini.Ma pensa te,siamo arrivati anche noi con alcuni barconi dal vicino oriente e siamo poi diventati la culla della lingua italiana ; immigrati veramente inseriti ed integrati.
Contrassegnato da tag

Forse è un pò macabro e non molto consolante,ma è una certezza:”Tra 100 anni io,Berlusconi,Brad Pitt e Bill Gates saremo desolatamente e perfettamente uguali“.Come vedete anche le pari opportunità sono solo questione di tempo, la potenza economica o la bellezza fisica sono solo illusioni passeggere e nulla possono contro la grande clessidra!Comunque domani è festa e vado al mare…mi divertirò.

La vita e’ come un ponte: attraversala pure, ma non pensare di costruirci sopra la tua casa. (proverbio indu’ dal film “Puerto Escondido”)

Alice Walker (1944)

E Unibus Pluram: Gli scrittori americani e la televisione
Gli scrittori tendono a essere una razza di guardoni. Tendono ad appostarsi e a spiare. Sono osservatori nati. Sono spettatori. Sono quelli sulla metropolitana il cui sguardo indifferente ha qualcosa dentro che in un certo senso mette i brividi. Qualcosa di rapace. Questo è perché gli scrittori si nutrono delle situazioni della vita. Gli scrittori guardano gli altri esseri umani un po’ come gli automobilisti che rallentano e restano a bocca aperta se vedono un incidente stradale: ci tengono molto a una concezione si se stessi come testimoni
.
Ma allo stesso tempo gli scrittori tendono ad avere un’ossessiva consapevolezza di sé. Dal momento che dedicano molto del loro tempo produttivo a studiare attentamente le impressioni che ricavano dalle persone, gli scrittori passano anche un sacco di tempo, meno produttivo, a chiedersi nervosamente che impressione fanno loro agli altri.
(Traduzione: Christian Raimo e Martina Testa)

Che sensazione strana!Non ricordo un altro momento nel quale sono stato in casa senza i miei figli.Lei è all’università,Lui è in gita scolastica,la prima che dura più giorni.Oggi è il primo giorno eppure già mi mancano,probabilmente la mia è una forma di egoismo ,neppure troppo latente,ma non c’è nulla da fare : mi mancano.Non sento i soliti respiri venire dalle loro camere,nessuna discussione inutile aleggiare nelle stanze,niente sottofondo di playstation o musica .E’ stato veramente strano,tornando dal lavoro,riuscire a parlare, ed ascoltare mia moglie, senza essere interrotto da notizie su amiche in crisi o campionati di calcio,ma credo che questa sia l’unica cosa positiva di questa situazione.Qualche momento fa,seduto sul divano,pensavo che,tra poco tempo, saremo costretti,giocoforza, a riorganizzare la nostra vita che,da ormai 22 anni, ruota attorno ai figli  e ricominciare a occuparci di noi due.

Finalmente siamo sul lato sinistro del quadro.Tra poco :sole,mare,sabbia…e sarà di nuovo Estate!

Polo Nord Marziano

Il polo nord di Marte.Si possono notare le stratificazioni di polvere e ghiaccio che nei secoli hanno formato la lunga valle chiamata Chasma Boreale.Ancora un immagine che suscita un senso di solitudine e di vuoto,probabilmente perchè non riusciamo a concepire l’idea di un pianeta assolutamente senza vita.

Ormai il problema nucleare è diventato un argomento prettamente politico,riguardante gli equilibri internazionali e i rapporti diplomatici tra paesi economicamente potenti e realtà particolari come India ,Pakistan,Corea,Iran ecc.Si è così perso di vista il vero pericolo che incombe sul mondo.L’eventuale esplosione di un ordigno nucleare e l’escalation che seguirebbe, provocherebbe cambiamenti epocali nella civiltà come la conosciamo,cambiamenti climatici e genetici irreversibili.Purtroppo gli effetti sono realmente osservabili nell’atollo di Bikini, a Hirishima,a Nagasaki e in tutti i luoghi dove sono stati effettuati esperimenti con bombe atomiche.Per non dimenticare quello di cui stiamo parlando, ho trovato un filmato relativo agli effetti della bomba di Hiroshima veramente particolare perchè girato nell’immediatezza degli eventi.
Per chi volesse approfondire l’argomento consiglio la pagina  http://www.pellegrini.ca/nucleare.htm
del sito del dott.Aristide Pellegrini” www.pellegrini.ca

Nebulosa del granchio

Ecco cosa resta di una stella supernova esplosa: é la Nebulosa del Granchio larga 6 anni/luce.Questo evento drammatico fu registrato circa 1000 anni fa dagli astronomi cinesi e giapponesi e osservato anche dai nativi americani.L’immagine come la vedete è,in realtà,la fusione di 24 esposizioni diverse,prese dal telescopio Hubble, dall’ottobre  1999 al dicembre 2000 ed è la più completa e quella con la più alta risoluzione.Approfitto di questo post per augurare una Buona Pasqua a tutte le gradite meteoriti che attraversano il mio blog.

Contrassegnato da tag , , , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: